Esplorando la prospettiva sulla disabilità: riflessioni dai corsi LIS 2023

Nel corso dell’ultimo anno, ho avuto il privilegio di condividere preziosi momenti di apprendimento con i partecipanti ai corsi LIS. Ho posto loro una domanda che va al cuore della nostra esistenza condivisa: qual è il vostro rapporto con la disabilità e cosa ne pensate a riguardo?

Le risposte che ho ricevuto sono un mosaico di percezioni, emozioni e riflessioni che delineano il complesso panorama della disabilità nella società odierna.

Uno degli allievi ha descritto la disabilità come una sfida, una limitazione e una diversità che spesso rende difficile attuare realmente l’integrazione. Ha sottolineato l’importanza di sviluppare un’empatia profonda verso gli altri, poiché la disabilità tocca in fondo ognuno di noi.

Un altro ha cambiato completamente prospettiva, vedendo la disabilità come una ricchezza nelle relazioni umane. Ha sottolineato come l’approccio alla disabilità possa trasformare questa diversità in un dono prezioso per chiunque entri in contatto con persone che la società percepisce come diverse.

Una suggestiva definizione emerge dalla frase “La disabilità è pluriabilità”, evidenziando che la diversità non rappresenta una mancanza, bensì un’unica espressione di vita, unicità e possibilità.

Altri vedono la disabilità come una marcia in più per realizzare sogni. Questo punto di vista suggerisce che le sfide possono trasformarsi in opportunità, e che superare ostacoli può portare a un’autorealizzazione più profonda.

C’è chi desidera imparare direttamente dall’esperienza di vita di chi vive una condizione diversa, augurandosi di vedere il mondo attraverso gli occhi, o meglio, attraverso i sensi di una persona non vedente.

Infine, una testimonianza personale evidenzia il senso di imbarazzo iniziale nell’affrontare la disabilità, un sentimento che ha spinto il corsista a intraprendere il corso LIS con la speranza di migliorare la comunicazione e superare le barriere iniziali.

Queste riflessioni non solo arricchiscono il mio percorso formativo ma sottolineano anche l’importanza di continuare a creare spazi di dialogo aperto e comprensione reciproca.

La disabilità, in tutte le sue sfaccettature, ci offre l’opportunità di esplorare nuove prospettive, costruire ponti e scoprire la bellezza della diversità che arricchisce il tessuto della nostra umanità.

Condividendo queste testimonianze, auspico che possiamo continuare a imparare, crescere e costruire un mondo in cui ognuno sia visto, ascoltato e apprezzato per la ricchezza unica che porta con sé.

Un abbraccio
Grazia

Contattami subito!