Comunicare con amore e passione attraverso la LIS

Credo che ognuno di noi abbia dei talenti e delle passioni, la LIS (Lingua dei segni italiana) appartiene alle mie.

Nelle mie difficoltà ho imparato ad accettare e ad integrare in qualche modo ciò che mi manca. La mia patologia porta anche ad un problema uditivo, ma questo non lo sapevo quando era molto giovane. Ero attratta da questo mondo dei segni, da questo modo di parlare e di comunicare, guardandosi negli occhi, guardando le mani. Come se fosse una forma di espressione emotiva, perché quello è il nostro corpo che parla, che assume delle posizioni e che comunica costantemente delle emozioni.

Mi sono avvicinata al mondo della LIS quando avevo circa vent’anni, frequentando diversi corsi durante gli anni. Nei primi tre anni ho frequentato l’istituto Filippo Smaldone, dove i miei insegnanti erano di madrelingua audiolesi sin dalla nascita. È stata un’esperienza meravigliosa entrare in questo mondo ed imparare direttamente da loro: lo sguardo, l’attenzione, la lettura labiale.

Comunicare attraverso i segni vuol dire uscire fuori dal mondo scontato nel quale viviamo, fatto di tantissime distrazioni, vuol dire prestare la massima attenzione a quello che si sta dicendo.

Poi ho preso un diploma di assistente alla comunicazione riconosciuta e lì è iniziata la mia vera e propria avventura. Volevo essere un supporto per amici, per le persone che ne avevano bisogno. Ho fatto diverse esperienze anche come insegnante di sostegno per alunni sordomuti, ho lavorato per il tribunale e come assistente alla comunicazione per i rifugiati.

E’ una forma di integrazione che arricchisce tutte le persone, essere assistente alla comunicazione è un ruolo fondamentale, vuol dire essere il trasmettitore di voce per chi non ce l’ha e questo mi riempie di orgoglio.

Bisogna abbattere ogni forma di pregiudizio e comunicare sempre con amore e passione.

Un abbraccio
Grazia

“Buongiorno a tutti. In questo mondo siamo tutti diversi: colore della pelle, alto, basso, disabile, sordomuto. E’ importante conoscere la LIS per rompere il muro del pregiudizio e della disabilità comunicando con le persone sordomute insieme con amore!”

Apri la chat
Contattami subito!